Formazione interna: Lainox e Matarrese, vita professionale ed umana.

Tempo di lettura: 4 minuti

Conosciamo il team

Tutto è pronto per un appuntamento di formazione interna del nostro personale.
Vi assicuro che è difficilissimo riuscire a trovarci insieme per più di 2 ore nella stessa stanza, perché Vito Matarrese è spesso impegnato tra clienti da visitare in esterna e trasferte in aereo; Domenico Matarrese è spesso sul fronte dei cantieri per risolvere problematiche relative al trattamento aria; Franco Angiulli, permettetemi di definirlo il “dottore dei forni” conosce così bene l’anatomia e la “biologia” di queste apparecchiature, che, chi ha avuto il piacere di fare la sua conoscenza converrà con me.

Forse non molti di voi conosceranno uno dei figli di Vito Matarrese, Gianni, che si occupa di un settore in forte espansione: la trasformazione alimentare. Roberto invece è il figlio di Domenico e si dedica alla progettazione degli spazi funzionali dei laboratori, come anche degli arredi delle attività.

Dal progetto alle soluzioni

Roberto e Nico progettano spesso insieme laboratori cucina di ristoranti, gastronomie; danno nuova vitalità produttiva a macellerie, che vogliono innovarsi con la cottura, per offrire un servizio sempre più completo al cliente finale. Così il progetto passa in mano a Giuseppe, che sviluppa, insieme al cliente, soluzioni vicine a rendere il lavoro del professionista, il più agevole possibile. Come? Quando vengono da noi pasticceri, che hanno bisogno di un prodotto sempre disponibile e sicuro, insieme al forno, Giuseppe suggerisce di avere un aiuto insostituibile in ogni laboratorio: l’abbattitore Neo. Cosa fa? Invece di obbligare il pasticcere ad alzarsi presto al mattino, per preparare i cornetti o decongelarli con tempi adeguati a quelli della prima colazione, Neo permette un decongelamento lento durante la notte ed in sicurezza in camera chiusa. Così il pasticcere può controllare  lo scongelamento dei cornetti,  mantenendo intatte le caratteristiche organolettiche, così si ottimizzano le scorte evitando inutili sprechi.

Chi è venuto agli incontri di aggiornamento dimostrativi dei forni, avrà sicuramente ricevuto un invito o una chiamata da me, mi chiamo Angela e mi occupo della comunicazione della nostra azienda.

Naturalmente c’è Vito Norvedi, sales manager area sud Italia per Lainox, nonché chef tecnico Lainox, nonché chef ed amico di lunga data qui, presso i nostri laboratori Matarrese. Infatti abbiamo piacevolmente ricordato insieme, quando si è ritrovato tra i coltelli da cucina anche un microfono, per poter presentare un corso dimostrativo Lainox. Erano gli albori, ma Matarrese e Lainox hanno sempre cercato di fare incontri che, oltre ad una informazione sui prodotti, potessero dare qualcosa in più al cliente: la soddisfazione di ritornare nel proprio laboratorio e sapere di aver conosciuto qualcuno a cui affidare i propri sogni o semplicemente sapere che migliorare la qualità di vita professionale è cosa possibile.

Curiosi di sapere di cosa abbiamo parlato?

Si è parlato di “ciò che tiene in vita” Lainox, azienda leader nei sistemi di cottura ed è proprio nel 1981 che nasce a Vittorio Veneto, Treviso. Si specializza subito nella progettazione e realizzazione di attrezzature per la ristorazione professionale, in particolare forni misti. Da subito si distingue per un forte spirito imprenditoriale e qualità di innovazioni, che le consentono di ottenere risultati immediati e di raggiungere rapidamente considerevoli quote di mercato sia in Italia che all’estero.

Vito Matarrese, che ha vissuto il suo nascere in diretta, ci regala il piacere di aneddoti relativi alla creazione del gruppo Ali,  composto attualmente da 76 aziende, di cui 57 sono aziende produttive e Lainox è tra queste.

Oltre a parlare della storia aziendale, della sua scelta di abbracciare l’innovazione per migliorare la vita del professionista, abbiamo parlato soprattutto di persone come voi, che avete scelto di fare parte di questa famiglia.

Come in tutte le famiglie, le unioni generano scambi, emozioni, storie. E’ il caso di quella che ci ha regalato un nostro affezionato e storico cliente Mario D’oria. Vi invito ad ascoltarla con questo suo pensiero:

Case history Mario D’Oria. Storia di una passione.

“Io non cerco di insegnare loro un lavoro, ma una passione per il lavoro”.
Per conoscere i prossimi appuntamenti con il Naboo Challenge vai nella pagina Eventi

Leggi la case history di Profumi dal ponte